2) PESCARA SICURA – Programma elettorale di Riconquistare l’Italia, con Gianluca Baldini Sindaco

Il nostro programma per le elezioni comunali di PESCARA del 26 maggio 2019 si propone l’obiettivo di innescare una reale transizione verso il modello futuribile di città moderna, accessibile e vivibile.

Vogliamo traghettare la nostra Pescara nel XXI secolo, perché riteniamo che sotto molti punti di vista la città sia rimasta ancorata a modelli amministrativi e di governo propri del novecento e che abbia distrutto, negli ultimi decenni, quelle peculiarità che negli anni 60-70 l’avevano resa una città all’avanguardia e ammirata.

Al fine di esporre con sintesi e chiarezza il nostro modello di sviluppo adotteremo un approccio originale, non scontato, ma a nostro avviso più coinvolgente. Partiremo dall’enumerazione di quelle qualità che vorremmo garantire alla nostra città, dalle ambizioni, dalle aspettative riguardanti il futuro di Pescara, che ci aiuteranno a identificare le 5 macro-aree d’interesse, le linee d’azione e, infine, le migliori prassi da importare, secondo un modello dimostratosi efficace in altre realtà.

Noi abbiamo in mente una Pescara SALUBRE, SICURA, BELLA, ACCESSIBILE, MODERNA.

            

Esporremo in sintesi le proposte di intervento per ciascuna delle 5 macro-aree del nostro programma per la città di Pescara (che si può leggere nella versione integrale QUI), una declinazione in chiave territoriale dei precetti costituzionali su cui è fondato il nostro programma politico nazionale.

 

 

1) SICUREZZA AMBIENTALE

a. SICUREZZA IDRAULICA
Riconfigurazione dei sottoservizi idrici finalizzata a mettere in sicurezza la città sotto il profilo idraulico. La separazione delle reti idriche e gli interventi di adeguamento necessari non solo consentiranno un miglioramento della qualità delle acque litoranee, ma ridurranno drasticamente il rischio di allagamenti al verificarsi di eventi piovosi intensi.
Attivazione dei contratti di fiume al fine di promuovere la realizzazione delle opere di ripristino e rinaturalizzazione degli argini, demolendo ove possibile il cemento inutilmente gettato a protezione delle sponde. È nostra intenzione cercare di mettere a sistema l’offerta ricettiva, turistica e di ristorazione che potrà riconsegnare centralità al fiume per mezzo della sua fruizione, garantendo una manutenzione e una cura costante dell’asta fluviale.

b. POLITICHE PER LA TUTELA DEGLI ANIMALI
Azioni di contrasto al randagismo: promozione dell’adozione di un’anagrafe canina, rafforzamento del servizio di pronto soccorso pubblico per i randagi e avvio di campagne di sensibilizzazione sull’adozione responsabile e di informazioni sui piani di sterilizzazione per cani e gatti privati.
Incentivi alle sterilizzazioni mediante un meccanismo di premialità e penalità, che assicuri la gratuità del trattamento a chi ne faccia richiesta (grazie alla sottoscrizione di una convenzione tra ASL e Comune) e che obblighi i detentori di esemplari da riproduzione all’iscrizione ad un albo di allevatori amatoriali.
Sospensione di ogni contributo alle strutture zoologiche sia fisse che itineranti (circhi), limitando il più possibile il coinvolgimento scolastico in tali tipi di manifestazioni e favorendo la presenza nelle scuole delle associazioni riconosciute di tutela degli animali con propri progetti didattici.

 

2) SICUREZZA STRADALE

a. MODERAZIONE DEL TRAFFICO E QUALITÀ DELLE STRADE
Adozione degli interventi di moderazione del traffico previsti nel Piano Urbano di Mobilità Sostenibile (zone 30, dossi, rialzi agli incroci, dissuasori, isole spartitraffico) complementari al progetto della “Strada Parco Estesa”, che contribuiranno a ridurre l’incidentalità, come dimostrato nelle città in cui sono stati sperimentati.
Ricostituzione di una squadra di manutentori comunali che dovranno monitorare quotidianamente il territorio, segnalando i casi di degrado e di ammaloramento dei beni pubblici e delle pavimentazioni stradali per consentire di valutare i danni e programmare i lavori di ripristino o anche intervenendo con tempestività laddove sia possibile adottare soluzioni di ripristino immediate.

 

3) SICUREZZA SOCIALE

a. POLITICHE DI RILANCIO DELLE AREE DISAGIATE
Decentramento dei servizi nelle aree disagiate e marginalizzate per restituire la vitalità sociale ed economica ai quartieri depressi come Villa del Fuoco, a partire da una stazione di polizia municipale e una sede dell’università.
Realizzazione, nello stesso quartiere di Villa del Fuoco, di strutture polisportive in cui promuovere la cultura dello sport e della vita sana, organizzando eventi di rilievo regionale e nazionale che possano avvicinare i giovani alla pratica sportiva.
Previsione di misure di fiscalità agevolata che promuovano l’insediamento di attività produttive nelle periferie.

b. POLITICHE SOCIALI
Potenziamento del servizio di P.I.S. (Pronto Intervento Sociale), per garantire l’efficacia e la continuità degli interventi finalizzati a fronteggiare situazioni di particolare gravità, relative a soggetti fragili che sperimentano condizioni di emergenza economica, alimentare, sanitaria e abitativa.
Riattivazione senza soluzione di continuità del dormitorio pubblico sperimentato con il “piano freddo” nel corso dell’ultimo anno quale misura straordinaria di gestione dell’emergenza, con l’aiuto delle associazioni che già hanno manifestato la disponibilità di prestare servizio volontario gratuito.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...

3 risposte

  1. 7 Maggio 2019

    […] Articolo successivo 2) PESCARA SICURA – Programma elettorale di Riconquistare l’Italia, … […]

  2. 8 Maggio 2019

    […] Articolo precedente 2) PESCARA SICURA – Programma elettorale di Riconquistare l’Italia, … […]

  3. 10 Maggio 2019

    […] 2) PESCARA SICURA – Programma elettorale di Riconquistare l’Italia, con Gianluca Baldini… su 3) PESCARA BELLA – Programma elettorale di Riconquistare l’Italia, con Gianluca Baldini Sindaco […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.