Commercio (programma di Riconquistare l’Italia per la Provincia di Trento)

Dal programma della lista Riconquistare l’Italia per le elezioni provinciali del 21 ottobre 2018 (candidato Presidente Federico Monegaglia).

Il commercio ha da sempre rappresentato fonte di reddito per larga parte della popolazione. La distribuzione della ricchezza derivante da questo settore si è avuta in maniera equa e capillare fino all’avvento delle scellerate scelte politiche operate a livello nazionale, che hanno aperto al liberismo e alla globalizzazione.

Le conseguenze hanno visto stringere il cerchio degli operatori del settore in pochi grandi gruppi multinazionali: centri commerciali e catene di franchising si sono sostituiti ai grossisti, ai dettaglianti e alle botteghe storiche di tradizione familiare.

A questo scenario, già di per sé apocalittico, si è aggiunto negli ultimi anni l’ingresso di operatori commerciali on line, i quali, sfruttando il vantaggio ottenuto da elusive operazioni fiscali internazionali, propongono a prezzi concorrenziali, qualsiasi tipo di bene e servizio, finendo così per schiacciare le sane componenti degli operatori economici.

A ciò si aggiunga il soffocamento operato dall’attuale iniquo sistema fiscale, che colpisce gli operatori medio/piccoli, i quali, al contrario dei grandi gruppi economici multinazionali, si ritrovano a dover sostenere il peso del fisco sulle proprie spalle.

L’attuale amministrazione è intervenuta troppo tardi nell’arginare il problema derivante dall’apertura dei centri commerciali e in nessun modo per impedire l’emorragia della chiusura delle botteghe storiche.

La lista Riconquistare l’Italia, pur consapevole che nello scenario delineato dai trattati europei sono vietate forme di sostegno a difesa di determinati operatori economici, e che quindi una vera rinascita del settore commerciale non può prescindere dal recesso dall’Unione Europea, si prefigge lo scopo di contrastare, con ogni mezzo istituzionale a disposizione, la tendenza degli ultimi 30 anni nel settore del commercio, riportandolo in un piano di equità fiscale, giustizia sociale, distribuzione della ricchezza e benessere collettivo.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.